UK markets close in 2 hours 18 minutes
  • FTSE 100

    7,104.07
    +30.01 (+0.42%)
     
  • FTSE 250

    22,580.27
    -79.15 (-0.35%)
     
  • AIM

    1,236.87
    +5.78 (+0.47%)
     
  • GBP/EUR

    1.1645
    -0.0056 (-0.48%)
     
  • GBP/USD

    1.3921
    -0.0043 (-0.31%)
     
  • BTC-GBP

    24,358.86
    -410.04 (-1.66%)
     
  • CMC Crypto 200

    817.37
    +7.18 (+0.89%)
     
  • S&P 500

    4,241.84
    -4.60 (-0.11%)
     
  • DOW

    33,874.24
    -71.34 (-0.21%)
     
  • CRUDE OIL

    72.66
    -0.42 (-0.57%)
     
  • GOLD FUTURES

    1,785.10
    +1.70 (+0.10%)
     
  • NIKKEI 225

    28,875.23
    +0.34 (+0.00%)
     
  • HANG SENG

    28,882.46
    +65.39 (+0.23%)
     
  • DAX

    15,560.77
    +104.38 (+0.68%)
     
  • CAC 40

    6,611.25
    +60.18 (+0.92%)
     

Corsa all’engagement online: chimera dei Social Network o reale opportunità di business?

·7-min read

Milano, 13/05/2021 - Si parla spesso di engagement come chiave per aumentare il fatturato e il valore aziendale, ma esattamente cosa significa questa parola? Nello specifico, il termine inglese indica coinvolgimento, cioè l'interesse degli utenti nei confronti di un brand. L'engagement online ha come fine ultimo, oltre che catturare l'attenzione del potenziale cliente, anche di portarlo a compiere l'atto finale di acquisto.

Ragion per cui è importante, se si ha un'azienda, entrare nell'ottica di coinvolgere gli utenti attraverso un rapporto biunivoco, fondamentale per raggiungere degli obiettivi in termini di fama e ricavi.

L'azione delle imprese per catturare l'interesse degli utenti deve essere quanto più stimolante e attrattiva. Se fino a 15 anni fa il termine engagement assumeva dei connotati per certi versi diversi, è chiaro come tale concetto sia oggi più che mai in voga, proprio per il fatto che, attraverso i canali social, le aziende hanno la possibilità di avere un rapporto più stretto e confidenziale con i propri attuali e futuri clienti.

Coinvolgere gli acquirenti è senz'altro una delle strategie per accrescere la valutazione del proprio marchio e ottenere un vantaggio competitivo nei confronti dei competitors.

Se fino a pochi anni fa il ruolo di Facebook, Instagram, Twitter, TitTok, YouTube non era ancora così rilevante, oggi queste piattaforme sono più che mai essenziali e fondamentali per i brand che desiderano mostrarsi a milioni di persone ogni giorno.

Per l'importanza sociale che questi canali hanno assunto, è importante evidenziare come non sia semplice ottenere un ottimo rapporto tra l'azienda e i suoi seguaci: ogni marchio deve scoprire e pianificare la propria strategia per ottenere la massima efficacia ed efficienza dai Social Network, in autonomia o, meglio, affidandosi a una agenzia specializzata, come Elastico Comunicazione web agency Milano (su territorio o in consulenza digitale).

Social Network come mezzo per aumentare l'engagement di un marchio

I Social Network non sono più solo mezzi utilizzati dai più giovani, ma vengano sfruttati a qualunque età. Non esiste perciò un'unica strategia vincente, ma esistono tanti modi differenti per raggiungere l'obiettivo di aumentare il business aziendale, sebbene queste reti sociali non siano nate per la vendita di prodotti, ma per creare un insieme di più utenti con la stessa passione.

Da questo piccolo assunto, ogni azienda dovrebbe perciò comprendere come sia fondamentale appassionare i propri seguaci quotidianamente, creando un engagement proficuo, avvicinando il cliente all'acquisto. Mostrarsi al proprio pubblico non significa certamente inviare ogni giorno messaggi promozionali per ricordare ai propri clienti che si esiste, ma piuttosto far partire delle conversazioni in cui come oggetto di interesse ci sia proprio il brand.

Non c'è niente di più proficuo di avere sui propri canali social centinaia/migliaia di persone che parlano di un prodotto e che si scambiano consigli.

È necessario, perciò, sfruttare questo tipo di comunicazione B2C (Business to Consumer) o C2C (customer-to-customer), con l'obiettivo di creare interazione tra marchio e clienti, non prima di aver ben chiaro:

• quale sia il target obiettivo dell'azienda;

• quale sia l'obiettivo in termini di posizionamento all'interno della mente delle persone;

• quale siano le risorse da impiegare per ottenere degli ottimi risultati.

Avere un piano strategico ideato e perfezionato in base agli obiettivi da raggiungere, è un buon inizio per sfruttare appieno i Social Network e far accrescere la percezione e il valore del marchio.

Numerosi modi per fare Engagement, un unico risultato: Brand Awareness

L'engagement è l'obiettivo di chiunque decida di promuoversi attraverso un canale social, eppure esistono davvero tanti modi per far sì che si possa incrementare il rapporto tra marchio e clienti. Tra tutti si suggerisce:

• l'utilizzo di giveaway, concorsi tra il brand e utenti allo scopo di ottenere nuovi seguaci nella piattaforma;

• l'impiego di sondaggi e domande indirizzate direttamente ai propri follower;

• l'uso di User Generated Content, un modo da parte degli utenti di creare contenuti. In questo caso, è stato dimostrato come i materiali prodotti dai clienti siano più efficaci di quelli creati dallo stesso marchio, in virtù del fatto che da sempre il passaparola ha degli effetti positivi nella mente dei futuri acquirenti.

Lo scopo di una Strategic Engagement non è certamente solo la creazione di una campagna pubblicitaria ah hoc per il proprio target, ma uno dei mezzi per arrivare all'obiettivo principale: creare una vera e propria community che ogni giorno si interessa della vita del brand. Un gruppo di utenti fedeli all'azienda sono la dimostrazione che il valore del marchio sia arrivato nella mente dei clienti.

L'attenzione e l'attaccamento è quanto più importante possa ottenere un brand, poiché ha certamente una posizione privilegiata negli interessi delle persone. Non sempre, però, il marchio è al centro dell'interesse, poiché magari è un'azienda nata da poco. In questo caso, si consiglia di raccontare nei canali social la storia del marchio, di come è nato quel progetto, creando un rapporto più confidenziale tra le due parti.

Aumentare i seguaci per raggiungere un vantaggio competitivo

Uno degli obiettivi di una strategia di engagement è proprio l'aumento dei follower che, in maniera costante, seguono il brand. È bene sottolineare come ciò non garantisca l'ottenimento di risultati soddisfacenti, poiché se al numero di follower non si affianca una strategia di comunicazione che produca e incentivi l'interazione tra utenti, è pressoché inutile. I materiali che l'azienda deve produrre devono avere un valore di affiliazione tra gli utenti stessi e l'azienda. Ad esempio, l'interazione su Instagram e Facebook è ottenibile grazie a:

• post di qualità, in termini di copywriting e di immagini/video;

• stories coinvolgenti e attrattive, l'emotional nel marketing ha sempre una buona riuscita;

• hashtag mirati.

Questi ultimi sono parole inserite all'interno del contenuto postato, che hanno la funzione di aggregare dei temi all'interno del canale social. Una funzione rapida e veloce per raggruppare milioni di utenti interessati ad un determinato argomento.

Un altro fattore non sempre sfruttato è la calendarizzazione dei contenuti da postare: decidere l'ora e il giorno della settimana in cui si comunica con gli utenti, è una delle strategie da sfruttare appieno per una strategic engagement efficace e di successo. Ad esempio, se un brand ha come target di riferimento i giovani in età scolastica, è controproducente inserire dei contenuti sui social network nella fascia oraria in cui sono a scuola.

Le strade del successo sono veramente tante, ogni azienda deve trovare la sua, ma quello che è certo è come l'Engagement sia il nuovo strumento di business per chiunque desideri ottenere dei risultati in termini di efficacia ed efficienza del marchio.

Per informazioni:

Il brand Elastico Comunicazione ha origine, come Studio Associato, nel 2008. I soci fondatori sono tre: Vincenzo Palici di Suni, Alessandro Di Lorenzo e Davide Mantegazza. Elastico nasce come Web Agency (ancora oggi è il core business dello studio), negli anni si è strutturato per lo sviluppo anche nel campo offline. Dal 2011 Elastico lavora a stretto contatto, condividendo lo studio e la sede di Milano in Porta Romana, con Smack Comunicazione, che si occupa nello specifico di Social Media Strategy.

Il lavoro di Elastico è lo sviluppo di una strategia di comunicazione (online e offline) completa: dalla creazione del brand (concept, naming, payoff, logo, immagine coordinata) allo sviluppo della strategia digital vera e propria (sito, posizionamento sui motori di ricerca, campagne di Lead Generation, campagne Social e Brand Awareness). I clienti dello Studio sono, in linea generale, le piccole e medie imprese, pur avendo in portfolio anche collaborazioni con brand nazionali (RCS, Trony, Altroconsumo, ActionAid, Montefarmaco, Acqua dell’Elba…).

Contatti:

website: https://www.elasticomunicazione.com/

e-mail: info@elasticomunicazione.com

Facebook: https://www.facebook.com/elasticomunicazione/

Linkedin: http://www.linkedin.com/company/elastico-comunicazione

Our goal is to create a safe and engaging place for users to connect over interests and passions. In order to improve our community experience, we are temporarily suspending article commenting