UK markets open in 5 hours 8 minutes
  • NIKKEI 225

    27,871.74
    +423.73 (+1.54%)
     
  • HANG SENG

    27,847.45
    +128.78 (+0.46%)
     
  • CRUDE OIL

    63.58
    -0.24 (-0.38%)
     
  • GOLD FUTURES

    1,824.40
    +0.40 (+0.02%)
     
  • DOW

    34,021.45
    +433.79 (+1.29%)
     
  • BTC-GBP

    35,725.25
    -140.82 (-0.39%)
     
  • CMC Crypto 200

    1,375.89
    -12.02 (-0.87%)
     
  • ^IXIC

    13,124.99
    +93.31 (+0.72%)
     
  • ^FTAS

    3,966.08
    -20.74 (-0.52%)
     

Vaccini Covid, da Pfizer 50 milioni di dosi in più all'Ue

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1-min read

"Abbiamo raggiunto un accordo con Pfizer per accelerare, ancora una volta, la consegna dei vaccini. Nel secondo trimestre verranno consegnate 50 milioni di dosi aggiuntive" del vaccino anti Covid all'Ue, "a partire da aprile". Ne dà notizia la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, in una dichiarazione alla stampa a Bruxelles. I 50 milioni di dosi, continua von der Leyen, "erano inizialmente previsti per il quarto trimestre 2021, ora saranno disponibili nel secondo. Questo porta il totale delle consegne da parte di Pfizer-BioNTech a 250 milioni di dosi nel secondo trimestre. Queste dosi verranno distribuite pro quota in rapporto alla popolazione, a tutti gli Stati membri".

L'Ue è arrivata oggi a "100 milioni" di vaccinazioni contro il Covid effettuate, oltre "un quarto" delle quali richiami, annuncia von der Leyen. "Siamo in corsa contro il tempo - afferma - prima arriviamo all'obiettivo" di avere vaccinato almeno il 70% della popolazione dell'Ue, "migliori saranno le possibilità di contenere il virus. Ma la buona notizia è che le vaccinazioni accelerano in Europa: gli Stati membri hanno ricevuto oltre 126 milioni di dosi di vaccini, a ieri".

Le dosi in arrivo per l'Italia da Pfizer sono "oltre 670mila già ad aprile, 2 milioni e 150mila a maggio, oltre 4 mln a giugno. Finalmente una bella notizia e quindi il piano" vaccinale anti-Covid. Lo ha detto il commissario straordinario all'emergenza coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo, durante la visita al centro vaccinale di Aosta.